Banda Minima Garantita più alta disponibile sul mercato

La qualità di una connessione ad Internet si basa su diversi fattori. Le offerte commerciali puntano quasi esclusivamente sulla velocità massima di download. C’è, però, grande differenza fra la velocità massima teorica e la velocità reale. Quale velocità sarà sempre garantita, anche quando tutti saranno connessi ad Internet contemporaneamente? Rimarrà sempre costante, oppure tutto si rallenterà? E quanto si rallenterà?
E’ importante comprendere che una connessione a banda larga non può andare alla velocità massima teorica (ad esempio per via della distanza dalla centrale, delle pessime condizioni del doppino in rame, delle linee molto trafficate, ecc.).
VN2 offre la “Banda Minima Garantita” per le ADSL e per tutte le proprie connessioni. La Banda Minima Garantita è un valore riferito ad una visione globale della complessa struttura attraverso la quale i servizi in banda larga sono erogati. La Banda Minima Garantita (BMG) è la quantità minima di banda trasmissiva garantita da VN2 al Cliente che sottoscrive un contratto per la fornitura di connettività.
Nonostante la delibera 244/08/CSP (27/01/09) dell’Autorità Garante delle Comunicazioni (AGCom) che impone agli operatori di garantire contrattualmente un valore minimo di banda al di sotto del quale non si debba scendere, nemmeno in condizioni di traffico intenso, molti concorrenti non indicano tale valore nelle loro offerte. Nei casi in cui ciò accade, viene indicato un valore (MCR – Minimum Cell Rate ) che identifica il valore minimo di banda raggiungibile da ogni utente. Generalmente, tale valore è riferito al solo tratto

sotto il diretto controllo del gestore di rete e molto spesso è inferiore alla velocità di un modem.
Per garantire in qualsiasi condizione le migliori prestazioni possibili, e offrire la massima efficienza nel trasporto da e fino a VN2, l’offerta è stata impostata su specifiche categorie di servizio che garantiscono velocità minime di esercizio significativamente superiori al semplice MCR, grazie ad una configurazione attenta e calibrata dell’architettura di rete.
La Banda Minima Garantita di Venetian Navigator 2, menzionata nei contratti e chiaramente indicata nell’offerta commerciale, tiene conto di tutti gli elementi che compongono l’infrastruttura di fornitura, e più precisamente:
della diversità di tecnologie, stato dei materiali e qualità dei percorsi attraverso i quali viaggia il traffico dati;
della concentrazione di utenti in relazione alla disponibilità di banda totale in una determinata zona;
delle ridondanze necessarie a garantire l’efficienza, l’affidabilità e la continuità del servizio;
della costante analisi del traffico generato e del conseguente adeguamento delle risorse non appena si avvicinano alla soglia di decadimento delle prestazioni.
Venetian Navigator 2 può offrire ADSL, HDSL e SHDSL di qualità a Banda Garantita grazie alla rete di trasporto in Fibra Ottica a copertura nazionale.
Il valore di Banda Minima Garantita difficilmente assume grandezze inferiori a quelle espresse, e valori più bassi sono considerati da VN2 anomali, determinando l’avvio di tutte le procedure necessarie a riportare il servizio alle prestazioni stabilite.
Per quanto riguarda il valore di upload delle sole linee ADSL, considerando che, nella visione globale della rete implementata da VN2, si tratta di un canale statisticamente più scarico di quello di download, VN2 arriva a erogare fino all’80% del valore di punta (PCR – Peak Cell Rate). Anche in questo caso eventuali valori inferiori rilevati dall’utente, producono l’avvio delle procedure di controllo.
Facciamo un esempio
Supponiamo di aver sottoscritto con un operatore un contratto ADSL a 7 Mega che offre una velocità teorica di 7 Mbps in download e di 512 Kbps in upload; ciò significa che potremo scaricare file ad una velocità teorica di 896 KB al secondo, e inviare file e documenti alla velocità teorica di 64 KB. Nella pratica, se il contratto non prevede Banda Minima Garantita, nei momenti di traffico intenso si potrebbe scendere anche ad una velocità reale di 6/7 KB!
Solo per continuare nell’esempio, ADSL largamente diffuse sul mercato, anche rivolte alle aziende, non garantiscono alcun MCR e fanno riferimento a un ben più generico concetto di “best effort ” (il meglio possibile…) o al massimo assicurano un MCR di poche decine di Kbps.
Venetian Navigator dichiara, nelle offerte che compongono la descrizione dei propri servizi di connettività, la Banda Minima Garantita di ogni soluzione.
Tali valori sono generalmente più elevati rispetto alla concorrenza.

all’80% del valore di punta (PCR – Peak Cell Rate). Anche in questo caso eventuali valori inferiori rilevati dall’utente, producono l’avvio delle procedure di controllo.

Facciamo un esempio
Supponiamo di aver sottoscritto con un operatore un contratto ADSL a 7 Mega che offre una velocità teorica di 7 Mbps in download e di 512 Kbps in upload; ciò significa che potremo scaricare file ad una velocità teorica di 896 KB al secondo, e inviare file e documenti alla velocità teorica di 64 KB. Nella pratica, se il contratto non prevede Banda Minima Garantita, nei momenti di traffico intenso si potrebbe scendere anche ad una velocità reale di 6/7 KB!

Solo per continuare nell’esempio, ADSL largamente diffuse sul mercato, anche rivolte alle aziende, non garantiscono alcun MCR e fanno riferimento a un ben più generico concetto di “best effort ” (il meglio possibile…) o al massimo assicurano un MCR di poche decine di Kbps.

Venetian Navigator dichiara, nelle offerte che compongono la descrizione dei propri servizi di connettività, la Banda Minima Garantita di ogni soluzione.

Tali valori sono generalmente più elevati rispetto alla concorrenza.